Michele Morritti è nato il 7/7/1959 a Bologna dove vive insieme ai genitori.
La sua vita è stata condizionata da una paresi spastica infantile che lo ha condizionato fin dalla nascita.
I suoi piedi sono i suoi più fidi compagni e con essi, seduto sulla carrozzina, si spinge e comunica indicando con le punte le lettere su un abecediere.
Una persona solare, allegra, socievole che ama lo sport, la musica, il cinema e il teatro, nel quale è impegnato con la compagnia "I tre moschettieri-Teatro di Camelot”.
Per gli spostamenti è aiutato da alcunivolontari che si occupano di lui. E veniamo al sogno, ricomprarsi una Dyane 6.
Michele ha avuto in passato una "lumachina di latta” e si è sempre trovato bene con essa. Recentemente ha dovuto cambiarla
perché veramente al  "capolinea” ma la nuova auto scelta dalla famiglia, una Clio, oltre a non soddisfare le esigenze fisiche di Michele, peggiora le sue condizioni psichiche; fatica a salirci, c'è poco spazio per la carrozzina e anche la sequenza della targa o le scritte sul cruscotto creano problemi, angosce, banali forse per chiunque di noi, ma quasi insormontabili per chi ha già problemi di disabilità.
I famigliari non hanno intenzione di tornare a un auto'vecchia e anche lui non vuole pesare su di loro per riaverla, ma chi lo segue e chi ha avuto la fortuna di conoscerlo e passare un pò di tempo con lui, dice che Michele sembra proprio rinascere quando è a bordo di una
bicilindrica.
Anche questa è l’ennesima riprova del potere intrinseco di cui sono dotate le nostre lumachine.
Quindi, l'obiettivo che ci poniamo, grazie al contributo di tutti coloro che vorranno aderire, è quello di raggiungere quota 3800 euro per acquistare la Dyane 6 e per le pratiche di passaggio di proprietà e l’assicurazione; la Dyane verrebbe condotta dalle persone che già si
occupano degli spostamenti di Michele. Non servono grosse cifre ma un piccolo contributo collettivo ci farà realizzare ”il grande sogno”!