La migrazione è un'emergenza?
In Europa i flussi migratori dal Medio Oriente e dall'Africa Sub-Sahariana sono definiti a livello sociale come una emergenza. Il fenomeno migratorio, che ricordiamolo essere in gran parte determinato per ragioni economiche, é in espansione come lo sono le necessitá di un continente che si svuota di materie e talenti.
Sebbene le iniziative sul campo portate avanti hanno dimostrato che i progetti di formazione professionale e reali opportunitá di lavoro sono gli strumenti migliori per contrastare la migrazione, sono ancora troppo pochi i progetti finanziati nell'ambito all'emergenza migrazione preferendo intervenire, anche convulsamente, a dove la migrazione arriva e non dove parte.
Conoscere le radici del fenomeno
L'ONG Bambini nel Deserto dal 2010 ha avviato il Progetto Exodus dal duplice scopo di monitorare il flusso migratorio dal sahel e offrire delle strategie alternative a questa scelta. Nei vari anni di Exodus si sono succeduti e affiancati diversi partner tra cui la Fondazione Cariplo, il Ministero degli Affari Esteri - Cooperazione Internazionale e l'OttoX1000 della Tavola Valdese. Dal 2008 realizziamo nei progetti nei paesi di partenza dei flussi migratori con l'obiettivo di fornire una strategia alternativa al percorso migratorio.
Sulla base di questa esperienza e consapevolezza lanciamo la campagna di raccolta fondi e donazioni #StrategieAlternativeMigrazioni che ha come obiettivo quello di essere un salvadanaio da cui attingere i fondi per realizzare tutti quei progetti di cooperazione internazionale che hanno come obiettivo un processo di sedentarizzazione delle persone a rischio migrazione.