Sostenitori

La voce di Com-Unity

Il progetto Alcol e tradizione finanziato con successo da Com-Unity ha inviato, al termine della propria attività, l'informazione relativa ad un iniziativa di presentazione dei risultati del progetto. Grazie ai proponenti da parte della redazione. Cliccando sul Progetto-In Evidenza avrete accesso alle informazioni.

Che cos'è la coccarda?

  • Questa coccarda individua quei progetti che hanno ottenuto la donazione/il sostegno di uno dei partners sostenitori dei progetti di Com-Unity. Tali sostenitori hanno stabilito le regole e le modalità con cui i singoli progetti possono richiedere il loro aiuto. Clicca sul simbolo del sostenitore per avere accesso a tali modalità o al loro sito.
  • Questa coccarda individua quei progetti che hanno ottenuto l’aiuto o i servizi di uno degli Helpers dei progetti di Com-Unity. Tali Helpers mettono a disposizione dei progetti di Com-Unity i loro servizi, le loro consulenze o il loro aiuto secondo regole e modalità da essi stabiliti. Clicca sul simbolo del Helper per avere accesso a tali modalità o al loro sito.
  • GEMELLAGGIO: Coro di voci bianche Girasole di Modena e Coral Gallarda di Valencia (Spagna)

    Progetto di casellicri

    1. 1135.00
    2. 1000.00
    3. 0 giorni
    4. 18
    Progetto finanziato !
    object(ORM)#68 (22) {
      ["_connection_name":protected]=>
      string(7) "default"
      ["_table_name":protected]=>
      string(8) "progetti"
      ["_table_alias":protected]=>
      NULL
      ["_values":protected]=>
      array(0) {
      }
      ["_result_columns":protected]=>
      array(1) {
        [0]=>
        string(1) "*"
      }
      ["_using_default_result_columns":protected]=>
      bool(true)
      ["_join_sources":protected]=>
      array(0) {
      }
      ["_distinct":protected]=>
      bool(false)
      ["_is_raw_query":protected]=>
      bool(false)
      ["_raw_query":protected]=>
      string(0) ""
      ["_raw_parameters":protected]=>
      array(0) {
      }
      ["_where_conditions":protected]=>
      array(0) {
      }
      ["_limit":protected]=>
      NULL
      ["_offset":protected]=>
      NULL
      ["_order_by":protected]=>
      array(0) {
      }
      ["_group_by":protected]=>
      array(0) {
      }
      ["_having_conditions":protected]=>
      array(0) {
      }
      ["_data":protected]=>
      array(47) {
        ["id"]=>
        string(3) "138"
        ["route"]=>
        string(87) "gemellaggio-coro-di-voci-bianche-girasole-di-modena-e-coral-gallarda-di-valencia-spagna"
        ["Creato"]=>
        string(19) "2015-01-27 19:07:57"
        ["IBAN"]=>
        string(27) "IT12Y0339512900CC0999900033"
        ["Categoria"]=>
        string(18) "a:1:{i:0;s:1:"2";}"
        ["Categoria_stato"]=>
        NULL
        ["Utente"]=>
        string(4) "1239"
        ["Tutor"]=>
        string(1) "3"
        ["Stato"]=>
        string(1) "8"
        ["PrtDnt"]=>
        NULL
        ["PrtSrv"]=>
        NULL
        ["Titolo_it"]=>
        string(90) "GEMELLAGGIO: Coro di voci bianche Girasole di Modena e Coral Gallarda di Valencia (Spagna)"
        ["Titolo_en"]=>
        NULL
        ["Titolo_fr"]=>
        NULL
        ["Titolo_de"]=>
        NULL
        ["Titolo_ru"]=>
        NULL
        ["Titolo_cn"]=>
        NULL
        ["Descrizione_it"]=>
        string(1802) "

    IL GEMELLAGGIO si prefigge lo  scopo di creare un attività consolidata di scambi musicali e culturali tra bambini e ragazzi di nazionalità diversa.

    E' un OPPORTUNITA' per far conoscere MODENA e le sue realtà artistiche, culturali e tradizioni.

    E' una bella occasione per organizzare ed offrire EVENTI MUSICALI gratuiti per la cittadinanza 

    Il CONTRIBUTO   garantirà la realizzazione e la buona riuscita  del nostro progetto.  Sarà un sostegno per coprire parzialmente i costi  previsti per i trasferimenti nei luoghi di visita e di concerto e tutto ciò che è necessario a rendere calda e piacevole la permanenza e l'ospitalità nella nostra città. 

    L'adesione del coro spagnolo al gemellaggio sarà di 50 bambini, piacevolmente numerosa ma alquanto inaspettata!  Grazie alle famiglie del Coro Girasole ed ad alcune famiglie del Coro Folk di San Lazzaro, riusciremo ad offrire l' ospitalità a tutti i bimbi ed agli adulti monitores.

    Attenzione: questo progetto ha ottenuto dal Comitato etico di Com-Unity la qualifica di progetto di utilità sociale e quindi le donazioni saranno trasferite al proponente e non saranno restituite ai donatori alla scadenza anche se il progetto non raggiungerà l'Importo obiettivo.

    " ["Descrizione_en"]=> NULL ["Descrizione_fr"]=> NULL ["Descrizione_de"]=> NULL ["Descrizione_ru"]=> NULL ["Descrizione_cn"]=> NULL ["Img_Descrizione"]=> NULL ["Importo"]=> string(7) "1000.00" ["Scadenza"]=> string(10) "01.05.2015" ["Sociale"]=> string(1) "1" ["Copertina"]=> string(17) "54c7d3fdadeeb.jpg" ["Gallery_Copertina_file"]=> string(1) "0" ["Evidenza_it"]=> string(1016) "IL CORO DI VOCI BIANCHE GIRASOLE di Modena, ha la sua sede presso la Pol.87& G.PINI. Nato nel 2008 e diretto dalla maestra Claudia Rondelli, è aperto a bambini e ragazzi dai 5 anni ai 18 senza selezione alcuna e vuole valorizzare lo spirito di aggregazione e collaborazione con forte entusiasmo e tanta curiosità.
    IL REPERTORIO è vario dal colto al popolare e senza preclusioni di stile, per far conoscere tutte le espressioni musicali e culturali del mondo .




     " ["Evidenza_en"]=> NULL ["Evidenza_fr"]=> NULL ["Evidenza_de"]=> NULL ["Evidenza_ru"]=> NULL ["Evidenza_cn"]=> NULL ["Img_Evidenza"]=> NULL ["Faq_it"]=> string(1004) "Mi piace cantare e mi piacerebbe far parte del Coro Girasole....Ma se io sono stonato/a ?
    Nessun bambino/a è stonato dice la maestra Claudia Rondelli . Le corde vocali sono dei muscoli vanno allenati ...PROVACI! ;-)

    In quali giorni avrà luogo il gemellaggio ?
    Da martedì 7  a domenica  12 aprile 2015

    Dove possiamo vedervi ?
    Vi aspettiamo numerosi ai concerti che terremo a Modena e dintorni nei prossimi mesi e sarà nostra premura  indicavi  le date non appena saranno definite. Durante la settimana del gemellaggio canteremo insieme alla Coral Gallarda presso l'Accademia militare, presso il Palazzo Ducale di Sassuolo (insieme alla Corale Puccini Junior di sassuolo) ed il sabato 11 aprile alle ore 20 all'OPLA', cui seguirà una serata tutta di giochi insieme  e di divertimento." ["Faq_en"]=> NULL ["Faq_fr"]=> NULL ["Faq_de"]=> NULL ["Faq_ru"]=> NULL ["Faq_cn"]=> NULL ["Img_Faq"]=> NULL ["Embed"]=> string(0) "" ["Approvato"]=> string(1) "0" ["Cancellato"]=> NULL ["Ordine"]=> NULL } ["_dirty_fields":protected]=> array(0) { } ["_expr_fields":protected]=> array(0) { } ["_is_new":protected]=> bool(false) ["_instance_id_column":protected]=> NULL }
  • liberateci

    Progetto di gianpippo

    1. 0.00
    2. 350.00
    3. 0 giorni
    4. 0
    Progetto finanziato !
    object(ORM)#10 (22) {
      ["_connection_name":protected]=>
      string(7) "default"
      ["_table_name":protected]=>
      string(8) "progetti"
      ["_table_alias":protected]=>
      NULL
      ["_values":protected]=>
      array(0) {
      }
      ["_result_columns":protected]=>
      array(1) {
        [0]=>
        string(1) "*"
      }
      ["_using_default_result_columns":protected]=>
      bool(true)
      ["_join_sources":protected]=>
      array(0) {
      }
      ["_distinct":protected]=>
      bool(false)
      ["_is_raw_query":protected]=>
      bool(false)
      ["_raw_query":protected]=>
      string(0) ""
      ["_raw_parameters":protected]=>
      array(0) {
      }
      ["_where_conditions":protected]=>
      array(0) {
      }
      ["_limit":protected]=>
      NULL
      ["_offset":protected]=>
      NULL
      ["_order_by":protected]=>
      array(0) {
      }
      ["_group_by":protected]=>
      array(0) {
      }
      ["_having_conditions":protected]=>
      array(0) {
      }
      ["_data":protected]=>
      array(47) {
        ["id"]=>
        string(3) "126"
        ["route"]=>
        string(10) "liberateci"
        ["Creato"]=>
        string(19) "2014-12-04 13:49:57"
        ["IBAN"]=>
        string(0) ""
        ["Categoria"]=>
        NULL
        ["Categoria_stato"]=>
        NULL
        ["Utente"]=>
        string(4) "1197"
        ["Tutor"]=>
        string(1) "0"
        ["Stato"]=>
        string(1) "8"
        ["PrtDnt"]=>
        NULL
        ["PrtSrv"]=>
        NULL
        ["Titolo_it"]=>
        string(10) "liberateci"
        ["Titolo_en"]=>
        NULL
        ["Titolo_fr"]=>
        NULL
        ["Titolo_de"]=>
        NULL
        ["Titolo_ru"]=>
        NULL
        ["Titolo_cn"]=>
        NULL
        ["Descrizione_it"]=>
        string(67) "Dobbiamo liberarci da un tiranno e abbiamo bisogno del vostro aiuto"
        ["Descrizione_en"]=>
        NULL
        ["Descrizione_fr"]=>
        NULL
        ["Descrizione_de"]=>
        NULL
        ["Descrizione_ru"]=>
        NULL
        ["Descrizione_cn"]=>
        NULL
        ["Img_Descrizione"]=>
        NULL
        ["Importo"]=>
        string(6) "350.00"
        ["Scadenza"]=>
        string(10) "03.01.2015"
        ["Sociale"]=>
        NULL
        ["Copertina"]=>
        NULL
        ["Gallery_Copertina_file"]=>
        string(1) "0"
        ["Evidenza_it"]=>
        string(40) "Abbiamo bisogno dei vostri finanziamenti"
        ["Evidenza_en"]=>
        NULL
        ["Evidenza_fr"]=>
        NULL
        ["Evidenza_de"]=>
        NULL
        ["Evidenza_ru"]=>
        NULL
        ["Evidenza_cn"]=>
        NULL
        ["Img_Evidenza"]=>
        NULL
        ["Faq_it"]=>
        string(49) "Chi è il tiranno? Un messinese sulla 40ina"
        ["Faq_en"]=>
        NULL
        ["Faq_fr"]=>
        NULL
        ["Faq_de"]=>
        NULL
        ["Faq_ru"]=>
        NULL
        ["Faq_cn"]=>
        NULL
        ["Img_Faq"]=>
        NULL
        ["Embed"]=>
        string(0) ""
        ["Approvato"]=>
        string(1) "0"
        ["Cancellato"]=>
        NULL
        ["Ordine"]=>
        NULL
      }
      ["_dirty_fields":protected]=>
      array(0) {
      }
      ["_expr_fields":protected]=>
      array(0) {
      }
      ["_is_new":protected]=>
      bool(false)
      ["_instance_id_column":protected]=>
      NULL
    }
    
  • Un rimedio alternativo per rimettere in moto l'economia

    Progetto di pierci34

    1. 0.00
    2. 0.00
    3. 0 giorni
    4. 3
    Progetto finanziato !
    object(ORM)#20 (22) {
      ["_connection_name":protected]=>
      string(7) "default"
      ["_table_name":protected]=>
      string(8) "progetti"
      ["_table_alias":protected]=>
      NULL
      ["_values":protected]=>
      array(0) {
      }
      ["_result_columns":protected]=>
      array(1) {
        [0]=>
        string(1) "*"
      }
      ["_using_default_result_columns":protected]=>
      bool(true)
      ["_join_sources":protected]=>
      array(0) {
      }
      ["_distinct":protected]=>
      bool(false)
      ["_is_raw_query":protected]=>
      bool(false)
      ["_raw_query":protected]=>
      string(0) ""
      ["_raw_parameters":protected]=>
      array(0) {
      }
      ["_where_conditions":protected]=>
      array(0) {
      }
      ["_limit":protected]=>
      NULL
      ["_offset":protected]=>
      NULL
      ["_order_by":protected]=>
      array(0) {
      }
      ["_group_by":protected]=>
      array(0) {
      }
      ["_having_conditions":protected]=>
      array(0) {
      }
      ["_data":protected]=>
      array(47) {
        ["id"]=>
        string(3) "104"
        ["route"]=>
        string(55) "un-rimedio-alternativo-per-rimettere-in-moto-l-economia"
        ["Creato"]=>
        string(19) "2014-08-30 05:24:11"
        ["IBAN"]=>
        string(0) ""
        ["Categoria"]=>
        NULL
        ["Categoria_stato"]=>
        NULL
        ["Utente"]=>
        string(4) "1103"
        ["Tutor"]=>
        string(1) "0"
        ["Stato"]=>
        string(1) "8"
        ["PrtDnt"]=>
        NULL
        ["PrtSrv"]=>
        NULL
        ["Titolo_it"]=>
        string(55) "Un rimedio alternativo per rimettere in moto l'economia"
        ["Titolo_en"]=>
        NULL
        ["Titolo_fr"]=>
        NULL
        ["Titolo_de"]=>
        NULL
        ["Titolo_ru"]=>
        NULL
        ["Titolo_cn"]=>
        NULL
        ["Descrizione_it"]=>
        string(576) "Promuovere un intervento governativo per assegnare ai lavoratori dipendenti a tempo indeterminato e ai  pensionati un'apertura di credito pari a due (o anche) tre mensilità di retribuzione. Il credito utilizzato godrebbe delle necessarie garanzie, compreso la domiciliazione degli emolumenti presso gli istituti di credito,  e sarebbe rimborsabile mediante rateizzazione a lunga scadenza. L'intervento proposto produrrebbe un consistente aumento della domanda interna e quindi una forte ripresa delle attività produttive e dell'occupazione."
        ["Descrizione_en"]=>
        NULL
        ["Descrizione_fr"]=>
        NULL
        ["Descrizione_de"]=>
        NULL
        ["Descrizione_ru"]=>
        NULL
        ["Descrizione_cn"]=>
        NULL
        ["Img_Descrizione"]=>
        NULL
        ["Importo"]=>
        string(4) "0.00"
        ["Scadenza"]=>
        string(10) "29.09.2014"
        ["Sociale"]=>
        string(1) "0"
        ["Copertina"]=>
        NULL
        ["Gallery_Copertina_file"]=>
        string(1) "0"
        ["Evidenza_it"]=>
        string(13144) "UN RIMEDIO ALTERNATIVO POTREBBE SALVARCI
                                         DALLA RECESSIONE      
     E' un campo riservato agli esperti, a coloro che spesso a buon diritto possono aggiungere autorevolezza al significato delle parole.
    Eppure  una  moltitudine di persone hanno una percezione diretta dei degli effetti delle scelte economiche, in quanto ne subisce in pieno gli effetti negativi  e riceve scarsi benefici quando queste scelte hanno successo. Ci sono molti buoni motivi che dovrebbero predisporre all'ascolto delle loro opinioni.
    E' però ragionevole il sospetto che se ci fosse un rimedio risolutivo per fermare la recessione della nostra economia e innescare la crescita, questo sarebbe già stato individuato dai molti addetti ai lavori, ministri, parlamentari, alti funzionari, e economisti.
    Tale sospetto non può riguardare l'ipotesi di intervento che viene qui annunciata, la quale consiste in un rimedio alternativo, fuori dagli schemi consueti e che non richiede manovre che possano gravare sul sistema finanziario statale.
    Gli scarsi risultati ottenuti sinora dagli ultimi tre governi succeduti al governo Berlusconi indicano, inequivocabilmente, che l'attuale situazione finanziaria dello Stato non lascia ulteriori spazi di manovra.
    Le notizie di stampa di questi ultimi giorni descrivono una situazione di emergenza allarmante e segnalano l'urgenza di interventi risolutivi, di grandi dimensioni e di forte impatto, in aggiunta al bonus degli 80 euro.
    C'è da rimarcare, come viene costantemente segnalato da più parti, che ogni incentivo alle imprese non sortirebbe effetti significativi senza un provvedimento che possa incrementare la capacità di spesa delle famiglie e alimentare la domanda interna.
    L'intervento ipotizzato avrebbe la potenzialità adeguata ed agirebbe in sinergia con il c.d. bonus degli 80 euro, completandone l'efficacia.
    Esso viene descritto in estrema sintesi, dato che le indicazioni per l'elaborazione del piano, comunicate alla redazione del quotidiano, prendono molto spazio. :
     
    1 – Risultati attesi -
    Incremento immediato del potere di acquisto di lavoratori dipendenti e pensionati (circa 40 milioni) e quindi della domanda di beni (50 miliardi di € o più), che produrrebbe l'atteso effetto "shock" sul sistema produttivo.
     
    2 - Principi fondamentali -
    – Distinzione del concetto di Stato (cittadini che vivono nel territorio nazionale) da quello di Stato apparato politico-istituzionale;
    – concetto di sussidiarietà invertita: lo Stato reale verrebbe in soccorso dello Stato apparato con l'impiego di risorse del proprio sistema (retribuzioni future). Lo Stato apparato non impiegherebbe risorse del proprio bilancio, né ricorrerebbe a maggiori prelievi fiscali o contributivi.
    - concetto di ricorso al credito come utilizzazione di risorse future. Esso può ingenerare prudenza,a volte eccessiva, se viene considerato nell'ambito del singolo fruitore. La collettività, invece, dovrebbe potere contare su di un miglioramento delle capacità reddituali e quindi sulla possibilità di potere restituire il debito senza risentirne.
     
    3 – Modalità di esecuzione -
    - Regolamentazione con legge dello Stato;
    - Obbligo per gli Istituti di credito di assegnare aperture di credito a lavoratori e dipendenti in seguito a semplice richiesta legata alla canalizzazione delle retribuzioni nel conto bancario/postale.
    - Obbligo di ripianamento del debito derivante dall'utilizzazione dell'apertura di credito in 60 rate mensili, di cui la prima scadrebbe al termine di un periodo di dilazione da determinare (due o tre anni).
    - Meccanismi di garanzia per ottimizzare il ripianamento del debito alle relative scadenze.
     
    4 – Non onerosità per lavoratori e pensionati
    - Il contributo dei lavoratori dipendenti e pensionati interessati dall'intervento ipotizzato non costituirebbe, in concreto, un onere per gli stessi. Piuttosto viene dato a loro la possibilità di provvedere a loro bisogni insoddisfatti, mediante accesso al credito incondizionato, a lunga scadenza e non oneroso.
    - Assunzione del costo di interessi e accessori a carico del bilancio dello Stato. (esborsi largamente compensati dall'aumento delle entrate fiscali.)
     
    5 - Vantaggi e oneri
    5.1 - Lavoratori dipendenti e pensionati
    Vantaggi:
    Verrebbe data a ciascuno loro la disponibilità di un importo corrispondente a due o tre mensilità di retribuzione netta (secondo la disposizione di legge da emanare). In media 2.500 o 3.750 euro, mediante apertura di credito non onerosa da ripianare a lunga scadenza. Tali importi equivarrebbero per l'anno di riferimento a circa 200 o 300 euro di aumento retributivo netto mensile o di sgravio fiscale. Si tratta di incrementi della disponibilità di spesa delle famiglie che non sarebbe lecito prefigurasi nell'attuale situazione economica del paese.
    C'è da considerare che gli ipotetici aumenti retributivi o sgravi sarebbero distribuiti nel tempo e nell'immediato avrebbero un impatto limitato, l'ipotesi di un'apertura di credito della consistenza accennata avrebbe invece un effetto shock sulla domanda interna, in quanto è prevedibile che una buona parte dei dipendenti e dei pensionati, utilizzerebbero in breve tempo la disponibilità per acquistare quei beni durevoli ai quali avevano sinora rinunciato. E' prevedibile che una parte di loro preferirà integrare i propri guadagni per le necessità correnti, incrementando gli acquisti di beni di consumo. Altri potrebbero preferire di utilizzare disponibilità per fare fronte a impegni futuri, quali potrebbero essere spese per gli studi dei figli, traslochi ecc., riserva
    per spese rinviabili o impreviste.
    Oneri:
    Nessun onere per interessi e spese di conto graverebbe sui beneficiari delle aperture di credito, tali oneri verrebbero posti a carico dello Stato e sarebbero abbondantemente coperti dall'incremento delle entrate fiscali, conseguenti principalmente dall'incremento delle transazioni commerciali. L'onere di ripianamento del debito esistente al termine dell'apertura di credito, che avverrebbe mediate trattenuta su retribuzioni e pensioni in 60 rate mensili, è controbilanciato dal beneficio a suo tempo usufruito di avere soddisfatto bisogni per la maggior parte essenziali.
    Inoltre vanno considerati ulteriori benefici, oltre a quello molto consistente della non onerosità del prestito.
    1 – due o più anni di moratoria, prima della scadenza della prima rata;
    2 - svalutazione monetaria dalla utilizzazione del prestito sino alla sua estinzione. E 'presumibile che il debito verrebbe estinto con moneta che avrebbe perduto in media almeno il 10% del suo potere di acquisto;
    3 – possibile introduzione di una incentivazione mediante una detrazione fiscale sui pagamenti delle rate di estinzione del debito. Tale agevolazione avrebbe la funzione di riconoscere e premiare la partecipazione collettiva a un intervento di grande impatto economico e sociale;
    4 – La diluizione del pagamento del debito in 60 rate, consente che l'estinzione del debito non riduca in maniera significativa la disponibilità per le altre spese individuali. Difatti ai valori medi sopra indicati di € 2.500 e € 3.750 corrispondono rate di circa € 41 e € 62.
     
    5.2- Il sistema imprenditoriale in tutti i settori economici
    E' prevedibile che l'intervento possa coinvolgere circa 40 milioni di percettori di retribuzioni da lavoro dipendente o pensione e raggiungere, già nel primo semestre dalla sua applicazione, un incremento della domanda di beni di circa € 50 miliardi,per l'ipotesi di apertura di credito per due mensilità e di € 75 miliardi per la seconda ipotesi.
    Non sembra che si possa mettere in dubbio che tale intervento, in sinergia con gli altri interventi promossi dal Governo, abbia la potenzialità di riavviare il funzionamento del sistema produttivo, e di migliorarne la competitività. E' da osservare, in proposito, che l'aumento consistente della produzione e della commercializzazione dei beni creerebbe significative economie di scala.
    L'apporto diretto nell'economia reale di una grande massa di liquidità, non proveniente dai sistemi tradizionali (Stato, Istituti di credito, investitori), determinerebbe un effetto volano che dovrebbe fare durare nel tempo la spinta positiva.
    Un qualsiasi altro intervento che necessiti dell'impiego di risorse finanziarie, sopratutto se a carico del bilancio dello Stato, si tradurrebbe nella generalità dei casi nello spostamento di risorse sottratte ad altri possibili impieghi nella lista delle priorità.
    Tale aspetto non è riscontrabile nell'ipotesi formulata, dato che l'intervento utilizza risorse esterne al sistema apparato statale e consiste nell'effetto collaterale (molto positivo) di una opportunità di soddisfare bisogni individuali.
    Va inoltre considerato che qualunque intervento incentivante, anche di grandi proporzioni, risulterebbe vano senza un' adeguata capacità di spesa dei consumatori che determini un'adeguata domanda interna.
     
    5.3- Lo Stato e il Governo
    5.3.1– Vantaggi di carattere istituzionale
    Da diversi anni la crisi del nostro sistema economico si aggrava all'ombra della crisi economica mondiale, l'opinione pubblica e le parti sociali, invocano da tempo interventi risolutivi, che non arrivano. Tali interventi sono essenziali “per uscire dalla crisi”, mettere il sistema paese in sicurezza e promuovere la “ripresa economica”. Essi fanno parte della funzione essenziale dello Stato apparato politico- istituzionale e ne condizionano la credibilità e l'autorevolezza. Il fatto che i governi che si sono succeduti in questi ultimi tre anni, non abbiano conseguito risultati adeguati va attribuito alla scarsa disponibilità di risorse finanziarie e alla preclusione della possibilità di ricorrere all'indebitamento.
    L'intervento ipotizzato richiederebbe l'azione dello Stato soltanto per l'iniziativa di legge e la regolamentazione, con tale intervento verrebbe data una spinta potenzialmente decisiva per la ripresa economica, senza utilizzare risorse del bilancio statale o aumentare il prelievo fiscale.
    5.3.2– Aumento del prestigio interno e estero
    Non credo che occorra spendere molte parole per prefigurare l'enorme aumento del consenso interno e del prestigio nei confronti dei partners europei, che deriverebbe dal successo nell'impresa di riavviare il sistema economico, di migliorare il benessere dei cittadini, di creare opportunità di lavoro e di investimenti.
     
    5.3.3 – Vantaggi economici
    E' indubbio che la ripresa economica ipotizzata aumenterebbe in maniera consistente le entrate dello Stato e che, conseguentemente, si renderebbe possibile mantenere il debito pubblico nei limiti dei vincoli dell'UE, o addirittura di iniziare un trend di riduzione.
    Ciò farebbe impennare la fiducia degli investitori esteri e interni e ridurrebbe i tassi di interesse per il mantenimento del debito.
    Tra gli incrementi delle entrate dovute all'intervento ipotizzato, è possibile stimare con buona approssimazione l'aumento delle entrate per I.V.A. sulle transazioni commerciali indotte dall'intervento. Considerando che si verificherebbe entro un anno dall'applicazione dell'intervento un incremento delle vendite interne di almeno 50 miliardi, l'incremento del gettito di I.V.A. potrebbe raggiungere nel periodo considerato i 7 miliardi di euro (tenuto conto delle vendite di prodotti soggetti ad aliquote inferiori al 22%).
    Va osservato in proposito che gli interessi sulle aperture di credito ipotizzate carico dello Stato ammonterebbero a meno di 1 miliardo di € per ogni anno. Questi interessi maturerebbero dopo un anno e nel primo anno gli incrementi di entrate sono al netto di tali oneri.
    E' il caso di sottolineare che parte del maggiore gettito per I.V.A. potrebbe essere utilizzato per prorogare il bonus degli 80 € per il 2015 e per estenderlo ai pensionati, parificando i trattamenti. 
     
     " ["Evidenza_en"]=> NULL ["Evidenza_fr"]=> NULL ["Evidenza_de"]=> NULL ["Evidenza_ru"]=> NULL ["Evidenza_cn"]=> NULL ["Img_Evidenza"]=> NULL ["Faq_it"]=> string(2) "??" ["Faq_en"]=> NULL ["Faq_fr"]=> NULL ["Faq_de"]=> NULL ["Faq_ru"]=> NULL ["Faq_cn"]=> NULL ["Img_Faq"]=> NULL ["Embed"]=> string(41) "https://www.youtube.com/embed/gJ5BRShYDbk" ["Approvato"]=> string(1) "0" ["Cancellato"]=> NULL ["Ordine"]=> NULL } ["_dirty_fields":protected]=> array(0) { } ["_expr_fields":protected]=> array(0) { } ["_is_new":protected]=> bool(false) ["_instance_id_column":protected]=> NULL }
  • UNA CASA PER LA GINNASTICA

    Progetto di castelnovese

    1. 10000.00
    2. 10000.00
    3. 0 giorni
    4. 49
    Progetto finanziato !
    object(ORM)#35 (22) {
      ["_connection_name":protected]=>
      string(7) "default"
      ["_table_name":protected]=>
      string(8) "progetti"
      ["_table_alias":protected]=>
      NULL
      ["_values":protected]=>
      array(0) {
      }
      ["_result_columns":protected]=>
      array(1) {
        [0]=>
        string(1) "*"
      }
      ["_using_default_result_columns":protected]=>
      bool(true)
      ["_join_sources":protected]=>
      array(0) {
      }
      ["_distinct":protected]=>
      bool(false)
      ["_is_raw_query":protected]=>
      bool(false)
      ["_raw_query":protected]=>
      string(0) ""
      ["_raw_parameters":protected]=>
      array(0) {
      }
      ["_where_conditions":protected]=>
      array(0) {
      }
      ["_limit":protected]=>
      NULL
      ["_offset":protected]=>
      NULL
      ["_order_by":protected]=>
      array(0) {
      }
      ["_group_by":protected]=>
      array(0) {
      }
      ["_having_conditions":protected]=>
      array(0) {
      }
      ["_data":protected]=>
      array(47) {
        ["id"]=>
        string(2) "96"
        ["route"]=>
        string(39) "una-casa-per-la-ginnastica5492838c04c96"
        ["Creato"]=>
        string(19) "2014-07-16 07:23:42"
        ["IBAN"]=>
        string(27) "IT94U0339512900CC0999900021"
        ["Categoria"]=>
        string(18) "a:1:{i:0;s:1:"3";}"
        ["Categoria_stato"]=>
        NULL
        ["Utente"]=>
        string(4) "1050"
        ["Tutor"]=>
        string(1) "0"
        ["Stato"]=>
        string(1) "8"
        ["PrtDnt"]=>
        NULL
        ["PrtSrv"]=>
        NULL
        ["Titolo_it"]=>
        string(26) "UNA CASA PER LA GINNASTICA"
        ["Titolo_en"]=>
        NULL
        ["Titolo_fr"]=>
        NULL
        ["Titolo_de"]=>
        NULL
        ["Titolo_ru"]=>
        NULL
        ["Titolo_cn"]=>
        NULL
        ["Descrizione_it"]=>
        string(2082) "

    La S.G. Castelnovese a.s.d opera da oltre trent'anni sul territorio di Castelnuovo Rangone (Modena) con l'obiettivo di promuovere attività motoria con un costante impegno nel settore della motricità per bambini della scuola materna ed elementare, della ginnastica artistica femminile e maschile e della ginnastica ritmica.
     

    Oggi il grande obiettivo è quello di poter realizzare per i nostri soci, ma soprattutto per l'intera comunità, una struttura idonea, sicura, confortevole e attrezzata al fine di proporre un'attività motoria rivolta a soggetti dai 3 ai 100 anni d'età.

     

    "Una Casa per la Ginnastica" poichè crediamo che lo sport sia un motore di socializzazione, di coesione, di crescita. La nostra "Casa" vuole essere un punto di ritrovo per tutti i bambini e ragazzi della comunità, un luogo di incontro per le diverse generazioni, deve essere al servizio di tutte le famiglie, deve promuovere l'attività motoria come prevenzione, deve permettere, grazie alla professionalità dei tecnici, una crescita anche del settore agonistico. La "Casa per la ginnastica" sarà sport e gioco, vivacità e divertimento, un luogo di benessere psicofisico e di condivisione.

    Grazie al contributo di tutti potremo finanziare almeno una parte della struttura che renderà possibile la creazione di un luogo interamente dedicato all'attività ginnica. Sarà, simbolicamente, come unire tanti piccoli mattoni che daranno vita ad un muro portante, robusto, indistruttibile perchè realizzato grazie alla forza della condivisione.

    " ["Descrizione_en"]=> NULL ["Descrizione_fr"]=> NULL ["Descrizione_de"]=> NULL ["Descrizione_ru"]=> NULL ["Descrizione_cn"]=> NULL ["Img_Descrizione"]=> NULL ["Importo"]=> string(8) "10000.00" ["Scadenza"]=> string(10) "31.01.2015" ["Sociale"]=> string(1) "0" ["Copertina"]=> string(17) "53c60c5e0885c.png" ["Gallery_Copertina_file"]=> string(1) "0" ["Evidenza_it"]=> string(808) "

    Il progetto vuole mettere a disposizione del territorio comunale, grazie alla valorizzazione di un’area già esistente, una struttura attrezzata, capace di accogliere le attività motorie che fanno capo alla ginnastica: ginnastica artistica, ritmica, ginnastica per adulti ed altri sport minori.
    L'acquisto di una tensostruttura di ultima generazione, progettata e realizzata con moderne tecniche che rispondono anche a criteri antisismici, dotata anche di appositi spogliatoi, permetterà di fornire un servizio sempre più ampio di promozione dell'attività sportiva, con particolare attenzione al sostegno e alla valorizzazione dell'attività giovanile, a tante famiglie e all'intera cittadinanza.

    " ["Evidenza_en"]=> NULL ["Evidenza_fr"]=> NULL ["Evidenza_de"]=> NULL ["Evidenza_ru"]=> NULL ["Evidenza_cn"]=> NULL ["Img_Evidenza"]=> NULL ["Faq_it"]=> string(561) "CHI SIAMO? La S.Ginnastica Castelnovese è iscritta al registro provinciale e all'albo comunale (Castelnuovo Rangone, Modena) offre sul territorio attività di promozione sociale e attività sportiva organizzando corsi di psicomotricità, ginnastica artistica e ritmica e attività formative e ludico-educative, operanti sul piano della salute, dell'educazione e della socialità.

     

     


     " ["Faq_en"]=> NULL ["Faq_fr"]=> NULL ["Faq_de"]=> NULL ["Faq_ru"]=> NULL ["Faq_cn"]=> NULL ["Img_Faq"]=> NULL ["Embed"]=> string(35) "//www.youtube.com/embed/XJ-IuQW5hrM" ["Approvato"]=> string(1) "0" ["Cancellato"]=> NULL ["Ordine"]=> NULL } ["_dirty_fields":protected]=> array(0) { } ["_expr_fields":protected]=> array(0) { } ["_is_new":protected]=> bool(false) ["_instance_id_column":protected]=> NULL }
  • Servizi postali

    Progetto di roberto.65

    1. 0.00
    2. 12000.00
    3. 0 giorni
    4. 3
    Progetto finanziato !
    object(ORM)#68 (22) {
      ["_connection_name":protected]=>
      string(7) "default"
      ["_table_name":protected]=>
      string(8) "progetti"
      ["_table_alias":protected]=>
      NULL
      ["_values":protected]=>
      array(0) {
      }
      ["_result_columns":protected]=>
      array(1) {
        [0]=>
        string(1) "*"
      }
      ["_using_default_result_columns":protected]=>
      bool(true)
      ["_join_sources":protected]=>
      array(0) {
      }
      ["_distinct":protected]=>
      bool(false)
      ["_is_raw_query":protected]=>
      bool(false)
      ["_raw_query":protected]=>
      string(0) ""
      ["_raw_parameters":protected]=>
      array(0) {
      }
      ["_where_conditions":protected]=>
      array(0) {
      }
      ["_limit":protected]=>
      NULL
      ["_offset":protected]=>
      NULL
      ["_order_by":protected]=>
      array(0) {
      }
      ["_group_by":protected]=>
      array(0) {
      }
      ["_having_conditions":protected]=>
      array(0) {
      }
      ["_data":protected]=>
      array(47) {
        ["id"]=>
        string(2) "88"
        ["route"]=>
        string(15) "servizi-postali"
        ["Creato"]=>
        string(19) "2014-06-25 16:12:20"
        ["IBAN"]=>
        NULL
        ["Categoria"]=>
        NULL
        ["Categoria_stato"]=>
        NULL
        ["Utente"]=>
        NULL
        ["Tutor"]=>
        NULL
        ["Stato"]=>
        string(1) "8"
        ["PrtDnt"]=>
        NULL
        ["PrtSrv"]=>
        NULL
        ["Titolo_it"]=>
        string(15) "Servizi postali"
        ["Titolo_en"]=>
        NULL
        ["Titolo_fr"]=>
        NULL
        ["Titolo_de"]=>
        NULL
        ["Titolo_ru"]=>
        NULL
        ["Titolo_cn"]=>
        NULL
        ["Descrizione_it"]=>
        string(505) "Salve; ci occupiamo da anni di servizi postali e i nostri clienti ci spngono ad allargare i nostri orizzonti. Ci sarebbe la possibilità di aprire un altro ufficio in una zona della città assai disagiata, ma simo a corto di liquidità anche a causa della natura giuridica della nostra società. E un altro progetto che avremmo in mente è quello di acquistare per il nostro portalettere un triciclo elettrico con copertura unendo sostenibilità e sicurezza sul lavoro."
        ["Descrizione_en"]=>
        NULL
        ["Descrizione_fr"]=>
        NULL
        ["Descrizione_de"]=>
        NULL
        ["Descrizione_ru"]=>
        NULL
        ["Descrizione_cn"]=>
        NULL
        ["Img_Descrizione"]=>
        NULL
        ["Importo"]=>
        string(8) "12000.00"
        ["Scadenza"]=>
        string(10) "25.07.2014"
        ["Sociale"]=>
        string(1) "0"
        ["Copertina"]=>
        string(17) "53aad8c458403.jpg"
        ["Gallery_Copertina_file"]=>
        NULL
        ["Evidenza_it"]=>
        string(173) "L'apertura del nuovo ufficio naturalmente prevede l'impiego di ulteriori tre risorse umane per le quali saranno impiegati una parte dei danari che verranno raccolti."
        ["Evidenza_en"]=>
        NULL
        ["Evidenza_fr"]=>
        NULL
        ["Evidenza_de"]=>
        NULL
        ["Evidenza_ru"]=>
        NULL
        ["Evidenza_cn"]=>
        NULL
        ["Img_Evidenza"]=>
        NULL
        ["Faq_it"]=>
        string(175) "Che esperienza abbiamo nel campo?
    Operiamo nel campo dei servizi postali da oltre 10 anni; prima come dipendenti, ora ci siamo messi in corsa in questa nuova avventura!!!" ["Faq_en"]=> NULL ["Faq_fr"]=> NULL ["Faq_de"]=> NULL ["Faq_ru"]=> NULL ["Faq_cn"]=> NULL ["Img_Faq"]=> NULL ["Embed"]=> string(0) "" ["Approvato"]=> string(1) "0" ["Cancellato"]=> NULL ["Ordine"]=> NULL } ["_dirty_fields":protected]=> array(0) { } ["_expr_fields":protected]=> array(0) { } ["_is_new":protected]=> bool(false) ["_instance_id_column":protected]=> NULL }
  • Un giardino per la scuola di Medolla

    Progetto di Rock No War ONLUS

    1. 11.01
    2. 11000.00
    3. 0 giorni
    4. 1
    Progetto finanziato !
    object(ORM)#35 (22) {
      ["_connection_name":protected]=>
      string(7) "default"
      ["_table_name":protected]=>
      string(8) "progetti"
      ["_table_alias":protected]=>
      NULL
      ["_values":protected]=>
      array(0) {
      }
      ["_result_columns":protected]=>
      array(1) {
        [0]=>
        string(1) "*"
      }
      ["_using_default_result_columns":protected]=>
      bool(true)
      ["_join_sources":protected]=>
      array(0) {
      }
      ["_distinct":protected]=>
      bool(false)
      ["_is_raw_query":protected]=>
      bool(false)
      ["_raw_query":protected]=>
      string(0) ""
      ["_raw_parameters":protected]=>
      array(0) {
      }
      ["_where_conditions":protected]=>
      array(0) {
      }
      ["_limit":protected]=>
      NULL
      ["_offset":protected]=>
      NULL
      ["_order_by":protected]=>
      array(0) {
      }
      ["_group_by":protected]=>
      array(0) {
      }
      ["_having_conditions":protected]=>
      array(0) {
      }
      ["_data":protected]=>
      array(47) {
        ["id"]=>
        string(2) "65"
        ["route"]=>
        string(49) "un-giardino-per-la-scuola-di-medolla56c44c1b9a646"
        ["Creato"]=>
        string(19) "2014-05-13 12:02:05"
        ["IBAN"]=>
        string(0) ""
        ["Categoria"]=>
        string(42) "a:3:{i:0;s:1:"2";i:1;s:1:"5";i:2;s:1:"7";}"
        ["Categoria_stato"]=>
        string(42) "a:3:{i:0;s:1:"7";i:1;s:1:"3";i:2;s:1:"4";}"
        ["Utente"]=>
        string(3) "223"
        ["Tutor"]=>
        string(1) "8"
        ["Stato"]=>
        string(1) "8"
        ["PrtDnt"]=>
        NULL
        ["PrtSrv"]=>
        NULL
        ["Titolo_it"]=>
        string(36) "Un giardino per la scuola di Medolla"
        ["Titolo_en"]=>
        NULL
        ["Titolo_fr"]=>
        NULL
        ["Titolo_de"]=>
        NULL
        ["Titolo_ru"]=>
        NULL
        ["Titolo_cn"]=>
        NULL
        ["Descrizione_it"]=>
        string(3866) "

    Rock no War è capace da sempre di grandi sfide, questa della Scuola materna di Medolla è stata forse la più importante degli ultimi mesi. Sì, mesi. Perché parliamo di mesi quando diciamo che in meno di un anno la scuola oggi è diventata una realtà.

    Quando ripensiamo al momento in cui l’abbiamo deciso, quando ci tornano alla mente le giornate di questo assurdo e piovoso inverno e le difficoltà oggettive... allora pensiamo anche alla magia DEL CREDERE, quella stessa magia che ha messo così tanta energia in ognuno di noi da permetterci di andare contro a tutto pur di ottenere il nostro obbiettivo.

    Ed è questo il messaggio e la ragione per la quale siamo qui oggi, su un portale di crowdfunding: non solo per chiedere un piccolo aiuto per completare l’opera nel suo intero... ma anche, e soprattutto, per instillare in ognuno il seme di un’idea che è anche la matrice del crowdfunding e certamente di Rock No War: OGNUNO, qualsiasi sia il suo lavoro, la sua condizione sociale, il suo livello di istruzione o il tempo che può dedicare... può decidere di essere parte del cambiamento. Ecco, questo è il messaggio: una persona può fare la differenza, sempre. Ognuno di noi la fa.

    Il terremoto dell’Emilia del 2012 ha distrutto case, chiese, fabbriche, negozi, uffici... nonostante il terrore, le continue scosse di assestamento e la disperazione, la popolazione della Bassa è stata incredibilmente forte ed ha cercato di rialzarsi fin da primi minuti dopo il terremoto.

    Ma se tentare di tornare alla normalità è difficile per gli adulti, quanto può esserlo per dei bambini? Per questo, per aiutarli a ritrovare la serenità in una quotidianità che è anche diritto, abbiamo deciso di costruire il Polo Scolastico dell’Infanzia 0-6 anni di Medolla.
    Con l’aiuto di tanti importantissimi e generosi sostenitori, abbiamo posato la prima pietra il 4 Agosto e abbiamo dato effettivo inizio al cantiere il 1 Ottobre 2012.

    Il 23 marzo 2013, con immensa gioia, abbiamo ufficialmente inaugurato il nuovo Polo Scolastico dell’Infanzia 0-6 anni di Medolla.
    Ora stiamo cercando nuovi sostenitori che ci aiutino a corredare questo importante traguardo: vogliamo che i piccoli che frequentano la scuola possano godere di un giardino fornito di tutto ciò che un luogo del genere dovrebbe avere.

    L’area verde circostante la scuola necessita di lavori di ripristino, di giochi outdoor e di tanto altro, dall’orto didattico fino allo scivolo.Come al solito è la passione, la visione, il sogno che ci muove... e come sempre abbiamo già lanciato il cuore oltre l’ostacolo: ci siamo esposti confidando nella vostra buona volontà. Abbiamo quindi ancora più bisogno del vostro aiuto ora che la creazione di quel bel luogo attende solo la parola che a noi piace più di tutte: completata!

    " ["Descrizione_en"]=> NULL ["Descrizione_fr"]=> NULL ["Descrizione_de"]=> NULL ["Descrizione_ru"]=> NULL ["Descrizione_cn"]=> NULL ["Img_Descrizione"]=> NULL ["Importo"]=> string(8) "11000.00" ["Scadenza"]=> string(10) "08.08.2013" ["Sociale"]=> NULL ["Copertina"]=> string(17) "5371ed9dc36f5.jpg" ["Gallery_Copertina_file"]=> string(1) "0" ["Evidenza_it"]=> string(3) "..." ["Evidenza_en"]=> NULL ["Evidenza_fr"]=> NULL ["Evidenza_de"]=> NULL ["Evidenza_ru"]=> NULL ["Evidenza_cn"]=> NULL ["Img_Evidenza"]=> NULL ["Faq_it"]=> string(3) "..." ["Faq_en"]=> NULL ["Faq_fr"]=> NULL ["Faq_de"]=> NULL ["Faq_ru"]=> NULL ["Faq_cn"]=> NULL ["Img_Faq"]=> NULL ["Embed"]=> string(0) "" ["Approvato"]=> string(1) "0" ["Cancellato"]=> NULL ["Ordine"]=> NULL } ["_dirty_fields":protected]=> array(0) { } ["_expr_fields":protected]=> array(0) { } ["_is_new":protected]=> bool(false) ["_instance_id_column":protected]=> NULL }